Comicon, dal 25 al 28 aprile 2019 a Napoli

COMICON 2019 Napoli

Da giovedì 25 a domenica 28 aprile 2019, Viale J.F. Kennedy, 54, 80125 Napoli
Tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00

COMICON 2019 Napoli manifesto

Manifesto della COMICON 2019 a Napoli

La XXI Edizione del Salone Internazionale del Fumetto di Napoli sta per tornare! Dal 25 al 28 Aprile, presso la Mostra d’Oltremare, potrete scoprire tutte le novità del 2019.

Un lungo viaggio che ci porterà a conoscere tutte le ultime novità del fumetto italiano e non solo: anteprime cinematografiche, cosplayer internazionali, area giochi con giochi di ruolo e da tavolo, videogiochi ed eventi dedicati ai più piccoli e alle famiglie.

Trovi altre informazioni sulla pagina facebook della manifestazione o sul sito internet

PisaCON X 9 e 10 marzo 2019 a Pisa

PisaCON X – Tutto un altro Gioco

Sabato 9 e domenica 10 marzo 2019, stazione Leopolda, Piazza Francesco Domenico Guerrazzi, 56125 Pisa
Orari: Sabato 9 dalle 10:00 all’ 1:00, Domenica 10 dalle 10:00 alle 22:00

Pisacon-2019

Pisacon 2019

 

Torna la PisaCON, e quest’anno è la Decima Edizione‼️
Vieni il 9 e 10 Marzo per un’immersione tra i giochi da tavolo grazie alla nostra ludoteca gratuita!
Potrai anche partecipare a diversi tornei, provare i prototipi degli autori, comprare agli stand commerciali, evadere dall’escape room, provare le prelibatezze degli street food…
Incuriosito?
🎲🧙‍♀️👨🏻‍🌾👾☠️👨🏻‍🎨👩‍🔬🧝🏽‍♂️🧟‍🐗💫🌯🍔🍺♟🧩🏆
Ti aspettiamo, l’ingresso è gratuito!
Cos’altro vuoi di più?

Trovi le informazioni sulla pagina facebook

Schio Cosplay & Games 10 marzo 2019

Schio Cosplay & Games

Domenica 10 marzo 2019 dalle 10.00 alle 18.00 presso l’ex Lanificio Conte, via XX settembre 3-23 Schio (VI)

Schio cosplay and games 2019

Schio cosplay and games 2019

INGRESSO LIBERO APERTO A TUTTI!!!!

Il programma viene ampliato man mano sulla pagina facebook

Una giornata all’insegna del divertimento, con cosplay, tornei di videogames, giochi di carte, giochi da tavolo e molto altro ancora!!! Evento nato per dare spazio ai negozi locali e alle associazioni della zona di farsi conoscere e promuovere le loro attività, per far divertire grandi e piccini e passare una giornata di divertimento insieme!

Durante tutta la durata della fiera ci sarà la mostra mercato con bancherelle con action figure videogames, retrogames, giochi in scatola, fumetti e molto altro ancora!

Alcune associazioni culturali che organizzeranno partite dimostrative di giochi da tavolo, di miniature, tornei ecc!!!

-Warriors Scledum Club
-Antique laboratory cosplay
-Gundam Club Italia
-Bivacco Arcade
-Circolo di Pietra

Be Comics 2019 – Padova 23-24 marzo 2019

Be Comics 2019

Sabato 23 e domenica 24 marzo 2019, Padova Fiere Padiglioni 7 e 8, via Tommaseo, Padova
dalle ore 10.00 alle ore 19.00

BeComics-Manifesto-2019

Manifesto 2019 BeComics

Il 23 e 24 marzo 2019 torna Be Comics! Festival internazionale del fumetto, del gioco e della cultura pop presso Padova Fiere: un unico luogo per un concentrato di cultura pop. Bastano dieci minuti a piedi dalla stazione ferroviaria e degli autobus o dieci minuti in auto dall’uscita dell’autostrada, con ampio parcheggio antistante, per raggiungere due padiglioni interamente dedicati alle vostre passioni!

Sono 7 le aree  che si svilupperanno: Area Comics e Manga con i principali editori di fumetti, Area Games e Japan con tavoli da gioco e il top del japan style, Area Videogames con centinaia di postazioni, palco YouTuber e  Cosplay con spettacoli e musica, Area Junior con attività, giochi e laboratori per i più piccoli.

Non mancheranno infine le Mostre d’eccezione che saranno esposte al Centro culturale Altinate San Gaetano dal 23 marzo al 7 aprile 2019 e in varie location in città.

Trovi ulteriori informazioni sul sito internet dell’evento.

Let’s Play 2019, Padova

Let’s Play 2019 – La Convention del Gioco a Padova!

Domenica 3 febbraio 2019 dalle ore 10:00 alle 23:59 all’Hall, Via Nona Strada 11b, 35124 Padova.

Let's_play_2019

Let’s_play_2019

Convention del gioco a Padova!

1000 mq di tavoli gioco, GDR, board games, Larp, giochi di strategia e fantasy, di simulazione, miniature e tridimensionali, postazioni Retrogames, area videogames e tornei, lego, musica, cosplay, spade laser, cosplay, tornei, YouTube gamer
TUTTI I GIOCHI SONO GRATUITI E LIBERI

Spazi associazioni ludiche e case gioco

Tavoli gioco e larp

Videogames e tornei videogiochi

Ore 16.30 Contest Cosplay a tema game, fantasy, original, Steampunk, Marvel, DC

Esibizioni di spada laser

Mostra di Lego

Area mostra mercato del gioco e fantasy

Ingresso € 8 intero. Gratuito per i bambini fino ai 7 anni. Ridotto € 5: bambini/ragazzi da 8 a 14 anni e cosplay. Comitive (più di 3 persone) € 5.

Altre informazioni sulla pagina facebook.

Naoniscon, 19 maggio 2019 a Pordenone

Naoniscon Games and Comics 2019

Domenica 19 maggio 2019, dalle ore 09:00 alle 20:00, viale Treviso 1, presso Pordenone Fiere, a Pordenone

Naoniscon 2019

Naoniscon 2019

L’associazione ludica Club Inner Circle Panorama – Giochi e Simulazioni dal 1995 comunica che Domenica 19 maggio 2019 dalle 9.00 alle 20.00 presso la Fiera Di Pordenone, si terrà la 23a edizione di NaonisCon – Pordenone Games & Comics.

INGRESSO euro 5,00 dalle 9.00 alle 18.00
INGRESSO GRATUITO per tutti dalle 18.00 alle 20.00

Giochi di ruolo, da tavolo, wargames, giochi di miniature, fumetti, mercatino bring and buy, cosplay, autori.

NaonisCon sponsorizza per Sabato 18 Maggio l’iniziativa “IDEE CHE DIVERTONO: approfondimenti sull’intrattenimento intelligente” 3a edizione.

Per informazioni consultare il sito internet o la pagina facebook.

Play Festival del gioco, 5-6-7 aprile 2019

Play 2019, Festival del gioco

Venerdì 5, sabato 6 e domenica 7 aprile 2019. Quartiere fieristico ModenaFiere – Viale Virgilio 70 – 41123 Modena
Venerdì 5 Aprile dalle 9 alle 20
Sabato 6 Aprile dalle 9 alle 20
Domenica 7 Aprile dalle 9 alle 19

Play 2018 Modena

Play si svolge nel quartiere fieristico di Modena (Padiglioni A, B,  C, tensostruttura esterna e sale ai piani superiori: oltre 22000 mq coperti), facilmente raggiungibile dalla città e da fuori. Nei giorni dell’evento un servizio di navette gratuite collegheranno il quartiere fieristico, la stazione ferroviaria ed il centro della città.

Giochi di ruolo, da tavolo, di miniature, di carte collezionabili, cosplay, conferenze, tantissimi stand e negozi.

Questa è la pagina della manifestazione e questo l’indirizzo email per le informazioni: [email protected]

Play 2018 ingresso

Ingresso della manifestazione 2018. Permesso …

Pathfinder seconda edizione – playtest

Pathfinder seconda edizione – playtest

Autori: Logan Bonner, Jason Bulmahn, Stephen Radney-MacFarland, and Mark Seifter
Tipo: GDR (Gioco di Ruolo)
Edizione attuale: Pathfinder second edition
Casa editrice: Paizo
Edizioni precedenti: Pathfinder prima edizione

Pathfinder second edition rulebook cover

La copertina del manuale del giocatore

La Paizo, casa editrice del gioco di ruolo Pathfinder, ha deciso di produrre la seconda edizione del gioco. Come fatto per la prima edizione la fase di test è pubblica e tutti i giocatori possono scaricare gratuitamente il gioco a questa pagina, ovviamente tutto in inglese.
E’ possibile comprare il cartaceo il materiale del playtest anche in Italia, ad esempio qui o anche qui.

Il materiale di playtest comprende il Player (manuale del giocatore), il bestiario (senza le immagini ma molto ampio per numero di creature), la scheda del personaggio, un’avventura per far crescere i personaggi divisa in più sezioni, le mappe quadrettate da stampare, le istruzioni per scaricare un software per musiche e suoni d’atmosfera e dei fogli per tenere traccia delle sessioni.

Ecco le mie osservazioni e riflessioni di questa nuova edizione (che potrebbero cambiare quando uscirà la versione definitiva ovviamente).

Obiettivi della nuova edizione

Secondo l’introduzione del manuale l’obiettivo di questa edizione, frutto di due anni di design e test,  consiste nel semplificare l’apprendimento e l’uso del gioco rispetto alla passata edizione mantenendo però  la profondità dei personaggi e i dettagli della risoluzione delle azioni che la caratterizzavano.

Per mia esperienza in molti giochi semplificare è spesso un sinonimo di impoverire e banalizzare. Vediamo se gli autori sono riusciti a trovare una soluzione valida.

Il manuale del giocatore

Anche se è una versione di playtest il manuale è praticamente completo, con impaginazione professionale, illustrazioni, indici e così via. Non a caso è anche in vendita la versione cartacea di tutto il materiale (https://paizo.com/store/pathfinder/playtest).
Si, sono dei geni a vendere i manuali del playtest, li amo.

Pathfinder playtest grafica

La grafica è molto bella e curata

Creazione del personaggio

All’inizio del manuale (pagine da 11 a 17) c’è un bel riassunto di come si crea un personaggio passo passo, molto utile e ben fatto. Il sistema suggerito prevede che al momento della creazione tutte le statistiche siano pari a 10 (Forza, costituzione ecc) e la scelta degli antenati, background e classe influenzi i valori base con aumenti di +2 alla volta. In questo modo il personaggio parte con 70 punti caratteristiche determinati dalle sue scelte + 8 da distribuire a piacere, sempre a gruppi di 2.

Esiste come opzione il sistema a tiro di dado (4D6 per caratteristica) che prende solo parte dei bonus detti sopra.

I personaggi disponibili sono sostanzialmente gli stessi di Pathfinder prima edizione con qualche novità, almeno per il libro base.

Antenati (tu chiamala se vuoi … razza del personaggio)

Le possibili scelte sono nani, elfi, gnomi, goblin, halfling e umani. Mezz’orchi e mezz’elfi sono una variazione degli umani.

La scelta degli antenati determina parte dei punti vita iniziali, taglia e velocità, quale statistiche vengono aumentate (o ridotte) di 2, linguaggi iniziali, tratti razziali e una serie di talenti (feat) legati alla razza .. scusate … agli antenati.

Sono mediamente una decina e il giocatore ne sceglie uno al primo livello e uno addizionale al 5, 9, 3 e 17.

Alcuni talenti (chiamati Heritage) possono venire scelti solo al primo livello (ad esempio resistenza alla magia o ai veleni per i nani) e ne può venire scelto uno solo.

Background

Ogni personaggio ha un background, scelto tra 19 possibilità quali accolito, gladiatore, contadino, nobile e così via. Serve a descrivere a grandi linee cosa ha fatto il personaggio prima di diventare un avventuriero e fornisce una paio di aumenti nelle abilità (uno obbligatorio e uno a scelta), un talento e una abilità di lore legati al background. Ad esempio l’acrobata guadgna un bonus di +2 in forza o destrezza, uno su un attributo a piacere, il talento “Steady Balance” e la conoscenza (lore) sul mondo del circo.

Classi

Le possibili scelte sono alchimista, barbaro, bardo, chierico, druido, guerriero, monaco, paladino, ranger, ladro, stregone e mago.

La classe scelta fornisce al personaggio un aumento di caratteristica, punti vita addizionali ogni livello, poteri legati alla classe (alcuni disponibili alla creazione altri che si sbloccano a certi livelli), abilità di partenza, quali tiri salvezza hanno un bonus, armi e armature conosciute e usabili, un elenco di talenti legati alla classe tra cui sceglierne uno ogni tot livelli e l’elenco delle abilità tipiche di quella classe su cui è possibile specializzarsi agli alti livelli.

Personaggio Pathfinder 2nd edition

Esempio di personaggio

Abilità

Le abilità (skill) sono state ridotte di numero rispetto alla prima edizione, principalmente unendo abilità similari o assimilabili.
Ad esempio disattivare congegni e rapidità di mano sono riunite in un’unica abilità chiama Thievery.

Per ogni abilità adesso sono presenti 5 livelli di competenza, ovvero untrained (-2), trained (0), expert (1), master (+2) e legendary (+3). Questo modificatore si applica al proprio livello per decidere il bunus base al tiro sul dado a 20 facce.
Esatto, il valore base di ogni skill adesso è dato dal proprio livello, a prescindere che un personaggio abbia o meno usato quella skill nella propria carriera prima di quel momento.

Una tabella indica quali usi sono possibili per ogni abilità sia untrained che trained o più e spetta al DM decidere quale livello di conoscenza è richiesto per una determinata informazione o azione.

Come sempre poi il successo nell’azione può essere automatico oppure può essere richiesto un tiro con i soliti valori di Pathfinder, ovvero il modificatore di caratteristica,  i bonus da magia, circostanziali e così via.

Nella descrizione delle abilità sono presenti sezioni per ciascuno degli usi indicati.

Solo le abilità indicate come “signature” nella propria classe possono essere portate a master o legendary.

I livelli di crescita del personaggio indicano quando si può aprire una abilità nuova o aumentare di livello di conoscenza una nota.

Esiste una tabella con i livelli di difficoltà in base alle condizioni. Arrampicarsi su un albero è una azione a livello di difficoltà 1, mentre arrampicarsi su un muro di mattoni con appigli ha livello di difficoltà 3 mentre un muro di ferro liscio ha difficoltà 6. Di ogni livello di difficoltà ovviamente c’ la difficoltà dell’azione, ovvero triviale, bassa, alta, severa o estrema.

Perception adesso è separata dalle abilità, comprende tutti i sensi possibili e dipendendo dal livello (più i soliti bonus) significa che finalmente i guerrieri di sentinella noteranno il passaggio di eserciti attraverso il campo base.

Pathfinder 2d edition character sheet page 1

La nuova scheda del personaggio

Talenti

Oltre ai talenti specifici degli antenati e della classe esistono dei talenti generici non legati alle abilità disponibili per tutti e poi dei talenti specifici per ogni abilità, che si guadagnano quando il nuovo livello dice “skill feat” (talento di abilità).

Vuoi aprire le noci con i denti facendole cadere in un sacchetto lontano 3 metri mentre fai pernacchie con le ascelle in equilibrio su una corda? C’è il talento per farlo anche a testa in giù ma devi avere almeno il livello expert in acrobazia per prenderlo.

Incantesimi e magia

Non ho visto grandi differenze nella sezione incantesimi se non legate alle nuove regole, vedi sotto.

I maghi e i sacerdoti possono preparare gli incantesimi anche di livello superiore al minimo per avere dei bonus mentre le classi con lancio spontaneo (stregoni, bardi e simili)  decidono al momento. I cantrip sono a volontà. Ogni incantesimo ha le caratteristiche di lancio (somatiche, verbali o componente materiale) che influenzano il tempo di lancio in situazioni di combattimento (vedi sotto la suddivisione del tempo nel gioco).

Ogni effetto specifica se è un potere, un incantesimo o un cantrip, quanti punti azione o reazione richiede per essere lanciato e la solita descrizione dettagliata di raggio, effetto e simili.

Pathfinder playtest avventura

La copertina dell’avventura

Per quanto riguarda gli oggetti magici adesso ogni personaggio ha un certo valore di punti risonanza (resonance) che dipendono dal livello + il bonus di carisma. La maggior parte degli oggetti magici per essere attivati richiedono la spesa di uno o più punti risonanza e un tiro su attivazione, focus o disattivazione. Si possono però usare oggetti anche se si hanno finito i punti risonanza ma questo richiede un altro tiro.

Regole

Il gioco viene gestito dal master in 3 modi. Incontro (detto anche scontro), esplorazione o tempo libero. Praticamente gli incontri hanno come scala temporale il round, l’esplorazione il turno e il tempo libero un giorno. Il master usa quella più adatta alla situazione, ciascuna con delle brevi regole che aiutano a gestire il momento di gioco.

Durante gli incontri ogni round il personaggio ha 3 punti azione e un punto reazione, oltre alle azioni gratis. Ogni azione, abilità, talento, incantesimo, oggetto magico possibile del gioco ha indicato il tipo (azione, reazione e free) e il costo in punti.

Esiste sempre un lungo elenco di condizioni (accecato, stordito e così via) che possono dare bonus o malus alle varie azioni.

Cosplay pathfinder

Fai un tiro su concentrazione. Hey ho detto “fai un tiro su concentrazione”. Mi senti?

C’è naturalmente la mappa quadrettata per i combattimenti, completa di sagome per ogni genere di effetto.

Ci sono anche i punti eroe. Ogni sessione si inizia con 1 punto, si guadagnano punti extra facendo azioni eroiche in gioco oppure fuori dal gioco (portare cibo per la sessione, disegnare le mappe … non sto scherzando) e questi punti possono essere spesi per vari effetti, tipo ignorare la condizione di morente tornando a 1 punto vita (1 punto eroe), ritirare un dado (2 punti eroe) o avere una azione extra in combattimento (3 punti). A fine sessione si perdono punti eventualmente non usati e si ricomincia.

Conclusioni

E’ un lavoro monumentale e molto curato di cui va reso atto agli autori ma credo che Pathfinder second edition abbia un livello di dettaglio esagerato per un gioco dove un drago da 2 tonnellate può saltarti a piedi pari sulla schiena per 5 volte consecutive facendoti meno di metà dei punti vita di danno.

Ho una campagna a Pathfinder prima edizione come master che va avanti da diversi anni ma delle regole utilizzo principalmente la creazione dei personaggi (con relative skill, talenti e incantesimi), le creature e simili. Per la risoluzione delle azioni non utilizzo la griglia per le miniature e neppure le varie condizioni. Immagino proverò questa con lo stesso spirito visto che secondo me troppe regole interferiscono con la narrazione.

Mi auguro però che lo schermo del master abbia 32 pannelli per complessivi 2 metri quadri di superficie altrimenti la vedo difficile gestire una sessione.

Sicuramente a più di qualcuno piacerà molto, ho cercato di essere obiettivo nella descrizione e in questo caso ti invito a provarlo e mandare le tue impressioni e del tuo gruppo agli autori (e magari anche qui).

E in ogni caso … buon gioco.