Changeling the Dreaming – seconda parte

Changeling the Dreaming – 20° Anniversario seconda parte

Puoi trovare la prima parte della recensione di Changeling the Dreaming qui

Legacies: Seelie e Unseelie

Seelie e Unseelie rappresentano due modi opposti di concepire la vita, da non confondere con bene e male.

GDRPG Changeling Dreaming Seelie Unseelie

I simboli delle affiliazioni Seelie e Unseelie

I seelie si identificano con la primavera e l’estate e rappresentano le passioni, il giorno, l’ordine, l’onore, la legge, il coraggio, la crescita e la società ma anche la tirannia, le costrizioni, i doveri inalterabili e gli obblighi privi di compassione.
Gli unseelie si identificano  con l’autunno e l’inverno e rappresentano l’abbondanza, la notte, l’individualità, la determinazione, il cambiamento, la libertà e la creatività ma anche la crudeltà, la predazione, l’indifferenza e gli inganni.

Ogni Changeling ha un tratto di personalità dominante e uno secondario, chiamate Legacy.
I seelie possono essere Cortigiani, Paladini, Saggi, Santi o Viandanti.
Gli unseelie possono essere Fuorilegge, Enigmatici, Selvaggi, Aggressivi o Vanitosi.
Quindi un Seelie potrebbe essere Paladino ma con una sfumatura di Aggressivo mentre un Unseelie potrebbe essere Selvaggio ma anche un po’ Saggio.

La legacy serve anche a determinare come un Changeling si ricarica di Glamour. I Seelie tendono a favorire la creatività e i sogni umani per poterne percepire gli effetti mentre gli Unseelie lo strappano agli umani come si prende un frutto da una pianta.

Eventi traumatici possono portare un Changeling a scambiare le legacies alterando sensibilmente la loro personalità e il modo di comportarsi.

 

Casate nobiliari

Moltissimi Changeling e in particolare tutti i Shide hanno una affiliazione a una casata nobiliare.
Ogni casata ha i propri principi, alleanze e una affinità con il lato Seelie o Unseelie. Queste casate dominano o almeno influenzano ogni comunità Changeling.

GDRPG Changeling the dreaming noble houses

Le principali casate

Le prime 5 casate tornate sulla terra nel 1969 (Dougal, Eiluned, Fiona, Gwydion e Liam) erano tutte Seelie e da allora questi ultimi dominano la maggior parte delle società Changeling. Nel tempo diverse altre casate sono tornate, molte di queste Unseelie, ma il predominio Seelie è ancora saldo.

Ovviamente l’unica casata nobiliare degna di questo nome è quella Ailil.

Dreaming e Realtà

Il dreaming, il mondo del sogno, una volta coesisteva con il nostro. Le speranze e le paure, le gioie e i terrori provenienti dai nostri sogni si concretizzavano in creature e luoghi che potevano venire incontrati e frequentati dagli esseri umani. Da centinaia di anni però si è separato dalla nostra realtà ed esiste vicino al nostro mondo, facile da percepire ma impossibile da afferrare, come una nebbia lontana.
Un luogo sempre in trasformazione dove ogni cosa può esistere o apparire è abitata da infinite entita fantastiche chiamate Chimere.

GDRPG Changeling the Dreaming party

Party danzante!

I pochi brandelli di questa energia magica che esistono ancora nel nostro mondo resistono a fatica all’imperante banalità, o materialismo, che soffoca i sogni e le speranze.
Le creature dei sogni, siano essi Changeling o Chimere (entità o oggetti del dreaming) possono essere visti e contattati solo da chi possiede la vista fatata.

 

Attributi e abilità

Ogni personaggio ha tre gruppi di attributi (fisiche, sociali e mentali) e di abilità (talenti, capacità e conoscenze)  che vanno da 1 a 5.
Al momento della creazione del personaggio il giocatore decide quali sono le caratteristiche predominanti del suo personaggio e distribuisce i punti in maniera proporzionale.
Negli attributi aggiunge 9/5/3 punti mentre nelle abilità ne distribuisce 13/9/5.

Quindi un personaggio che avesse gli attributi fisici come primari aggiungerebbe 9 punti tra Forza, Destrezza e Costituzione (che partono sempre da 1), metterebbe poi 5 punti nel gruppo secondario (ad esempio mentali) e infine solo 3 in quelli sociali.

 

Cantrip: Arts and Realms

Le creature fatate possono incanalare e usare l’energia del Dreaming, il Glamour, per compiere magie, chiamate Cantrip.
Ogni Changeling può scegliere alla creazione del personaggio alcuni gruppi di poteri (Arts) e alcuni modi per esercitarli (Realms).

GDRPG Changeling the Dreaming Arts and realms

Arti e reami

Ogni Arts riguarda un aspetto del sogno, quali illusioni, profezie, tempo, energia, movimento e così via. Più è alto il livello di conoscenza in una particolare Arts, maggiore è l’effetto e il numero di cambiamenti che si possono apportare alla realtà.
I Realms possono essere altre fate, esseri non fatati, oggetti, luoghi o il tempo stesso di durata.
Combinando un effetto e un bersaglio una creatura fatata può alterare la realtà, sia essa solo fatata o anche nella nostra realtà.

Un Changeling allo scopo di riuscire in un Cantrip deve favorire gli eventi, come la proverbiale palla di neve che innesca la valanga. Può fare qualche cosa di estroverso, pericoloso o imbarazzante che favoriscal’esecuzione del suo incantesimo. Declamare una poesia in pubblico, fare un gioco di prestigio a un passante, ballare in mezzo a una strada trafficata, rubare un gelato, fare le boccacce a un poliziotto.
Insomma qualunque gesto fuori dal normale che provochi una scintilla che propizi la riuscita del Cantrip.

 

Willpower, Glamour e Banalità

Il Willpower rappresenta la forza di volontà e la determinazione dell’individuo, il Glamour l’energia magica e l’affinità alla natura Changeling mentre la banalità rappresenta il collegamento con la realtà umana.

Un Changeling deve cercare di trovare un equilibrio tra queste componenti che gli consenta di continuare ad esistere. Troppo squilibrio a favore del Glamour potrebbe far dimenticare di nutrire il corpo umano, troppa banalità potrebbe fare avvizzire la parte fatata e troppo willpower potrebbe sconfinare nell’ossessione e nella follia.

 

Regolamento

Come in tutti i giochi del Word of Darkness anche Changeling usa il sistema basato sui dadi a 10 facce
Ogni volta che un personaggio vuole fare una azione si somma il punteggio di un attributo e una abilità (ad esempio saltare un ostacolo richiederà il tiro di un numero di dadi a 10 facce pari ai valori di Destrezza (Attributo) più Atletica (Abilità) con un livello di difficoltà dato da vari fattori quali altezza dell’ostacolo, eventuali complicazioni e simili.

GDRPG Changeling the Dreaming carachter sheet

La scheda del personaggio. Come tutto il gioco è a colori.

Immaginiamo di tirare 5 dadi a difficoltà 7. Se almeno uno dei dadi avesse un risultato pari o maggiore a 7 l‘azione riuscirebbe, altrimenti il personaggio non sarebbe in grado di scavalcare l’ostacolo.
Più dadi ottengono successo meglio si è eseguita l’azione.
In caso di azioni contrastate, tipo un combattimento, chi ha più successi vince.

 

Giochi affini

 

Fae (White Wolf)

Ambientato nel periodo Dark Ages del WoD e compatibile con i giochi della serie (Vampire, Werewolf, Mage e Inquisitor) Fae esplora il mondo delle fate prima della separazione del dreaming dal nostro mondo. I personaggi possono essere puri spiriti fatati, changeling o elementali che interagiscono con un mondo umano che comincia ad emarginarli.
Il gioco è completamente diverso come ambientazione o sistema magico con Changeling the Dreaming ed è molto, molto bello.

GDRPG Dark Ages Fae cover

La copertina di Dark Ages Fae

Changeling the Lost  (White Wolf)

Nel filone del nuovo Word of Darkness Lost si differenzia completamente da Dreaming. I personaggi sono esseri umani rapiti dalle fate che ritornano nel nostro mondo da fuggitivi dopo anni o decenni di asservimento e schiavitù da parte delle fate per scoprirsi disadattati e cambiati.
Braccati dagli ex padroni, respinti dal nostro mondo vivono una vita da emarginati al confine tra le due realtà.
Un gioco con una atmosfera cupa e emotivamente angosciante ma coinvolgente e affascinante. Da provare assolutamente in un periodo di serenità personale.

GDRPG Changeling the Lost cover

La copertina di Changeling the Lost

Arcadia: The Wyld Hunt  (White Wolf)

Una piccola nota storica per il gioco di carte collezionabili uscito nel 1996 a seguito della seconda edizione.
Veniva venduto in due set di bustine, una per i personaggi e una per le storie.
La busta dei personaggi conteneva uno dei venti personaggi e una serie di poteri, oggetti e simili per caratterizzare il proprio personaggio.
La busta delle storie conteneva Quest (trame), territori, avversari, tesori e ostacoli.

GDRPG Arcadia Wild Hunt CCG

Uno dei personaggi

Il gioco prevedeva da 1 a più giocatori che usavano le carte territori per creare una mappa che i loro personaggi esploravano cercando di risolvere la loro Quest affrontando avversari e ostacoli messi dall’avversario.
Il gioco purtroppo era un po’ confuso nelle regole ma molto belle nelle intenzioni.

 

Dove trovarlo

In attesa di una potenziale edizione italiana della Raven (speriamo) si può richiedere di procurarsene una copia al proprio negoziante locale oppure ordinarlo direttamente dal sito Drivethru.

 

Conclusioni

Changeling the Dreaming è un bellissimo gioco basato sulle emozioni e non sul raziocinio.
Se il narratore i giocatori lo vivono come una avventura fantastica e istintiva riesce a dare momenti veramente speciali.
E come si può intuire dalla lunghezza della recensione è un gioco che adoro.

Changeling the Dreaming – 20° Anniversario

Changeling the Dreaming – 20° Anniversario (2017)

Autori: Christine Beard, Charlie Cantrell, Maggie Carroll, Jackie Cassada, Matthew Dawkins, Shoshana Kessock, Ian Lemke, Jonathan McFar-land, Matthew McFarland, Morgan A. McLaughlin McFarland, Krister M. Michl, Nicky Rea, Holden Shearer, John Snead, Vera Vartanian, Amy Veeres, Pete Woodworth
Tipo: GDR (Gioco di Ruolo)
Casa editrice: Onyx Path Publishing (edizione inglese)
Edizioni precedenti: 1a edizione (1995 White Wolf),  2a edizione (1997 White Wolf)

GDRPG Changeling Dreaming 20th anniversary cover

Changeling the Dreaming 20th anniversary

 

Premessa

Il gioco di ruolo di Changeling the Dreaming  è completamente basato sulla visione anglosassone del mondo delle fate anche se inserisce elementi presenti in tantissime culture, da quella greca classica a quella araba o dei nativi americani.

Alcuni dei concetti fondamentali del gioco sono quindi lievemente strani per noi italiani, in particolare mi riferisco al valore vincolante che hanno le promesse per le fate, elemento non centrale nelle tradizioni italiane ma chiave nel gioco.  Moltissimi sono comunque i temi comuni al folklore italiano.

Ambientazione

Ambientato in un mondo fittizio contemporaneo chiamato World of Darkness (WoD), molto simile al nostro per storia e geografia ma specchio oscuro delle società attuali è un luogo dove disparità sociali, tirannia, criminalità, inquinamento e conflitti sono molto più presenti e esasperati che nel nostro mondo.

Contrariamente agli altri giochi ambientati nel WoD Changeling focalizza meno l’attenzione sulle realtà quotidiane e si concentra sull’interazione e sui conflitti interiori che vivono i Changeling, ovvero quelle creature fatate che vivono in corpi umani, dividendo le loro vite tra due mondi, quello umano e quello incantato.

GDRPG Changelin the Dreaming 20th anniversary kiths

Un gruppo di Changeling che arriva dal Dreaming nel nostro mondo

Storia delle fate

Nel background del gioco le fate sono creature spiritiche che hanno sempre vissuto nel nostro mondo, interagendo con l’umanità dalla sua apparizione, nutrendosi dell’energia emotiva dei suoi sogni e desideri (chiamata Glamour) ma venendone influenzati fino ad assumerne l’aspetto e imitarne la struttura sociale fatta di nobili e servi, cavalieri e guerrieri, popolino e lavoratori.

Il progresso scientifico e tecnologico però si è rivelato essere mortale per gli spiriti che si sono ritirati sempre più in luoghi isolati fino a un momento definito dalle fate Shattering, quando il mondo dei sogni e quello reale si sono definitivamente separati, che coincide grosso modo con il rinascimento e chi si intreccia perfettamente con la storia dell’Ordine della Ragione (poi Tecnocrazia) del gioco Maghi l’Ascensione.

Incapaci di sopravvivere in forma spiritica a causa di quella che è stata chiamata Banalità, ovvero l’energia inconscia collettiva delle menti umane che pensano “gli spiriti non esistono”, le fate si sono dovute arrangiare per sopravvivere.

La nobiltà (identificata con una stirpe chiamata Shide) è fuggita nel dreaming in un reame chiamato Arcadia, chiudendo i passaggi dietro di se temendo che la Banalità li seguisse.

GRDPG Changeling the Dreaming 20th edition Shide

Un Shide

Il popolino lasciato indietro a morire per salvarsi ha dovuto ricorrere in massa alla tecnica di incarnarsi nei neonati (da cui il termine anglosassone Changeling, ovvero Scambiato), affiancando con il loro spirito l’anima dell’ospite umano e vivendo come un unico essere schermati dalla Banalità, per poi reincarnarsi alla morte dell’ospite in un altro neonato.

I Changeling vivono simultaneamente in due mondi, quello fatato del Dreaming popolato di energie magiche, creature fantastiche e sogni concretizzati e quello umano, fatto di lavoro, doveri e regole. Si nutrono delle emozioni e dei sogni (Glamour) e del cibo del mondo reale. Insomma devono bilanciare la loro esistenza tra due estremi opposti senza lasciare che uno dei due abbia il sopravvento pena la perdita della sanità mentale.

Changeling storyteller screen 1st edition

Vista di un locale con clienti Changeling con occhi fatati (a destra) e umani (a sinistra). Questo è lo Storyteller Screen della prima edizione.

Passando i secoli i Commoners (ovvero i non nobili) rimasti sulla terra si sono adattati alla loro nuova condizione e hanno sviluppato diverse società, spesso democratiche, riflettendo i cambiamenti di quelle umane.

L’ambientazione recente

Un cambiamento drammatico è però avvenuto durante lo sbarco dell’uomo sulla luna il 20 luglio 1969.

Il momento del primo passo sulla luna, seguito in diretta televisiva da quasi un miliardo di persone, è stato un tale shock emotivo collettivo da riaprire per un breve periodo i passaggi per Arcadia.

Nel volgere di poche ore è arrivato sulla terra un elevato numero di profughi Sidhe, privi di memoria di Arcadia ma desiderosi di ritornare a dominare la società Changeling.

I Sidhe hanno occupato migliaia di corpi umani adulti scacciandone le anime che li occupavano e si sono organizzati per sottomettere nuovamente i Commoners, che si sono opposti arrivando a una guerra tanto spiritica quanto letale.

GDRPG Changeling the Dreaming 20th anniversary melee

Uno scontro nei vicoli della città

I Sidhe da soli erano in grado di battere, anche se a fatica, i Commoners ma hanno ben presto notato che mentre i Commoners morti si reincarnavano in nuovi neonati gli spiriti dei Sidhe sparivano e nessuno sapeva cosa fosse di loro. L’unica eccezione a questa regola è data dalle morti inflitte con armi in ferro battuto (cold iron) veleno per i Changeling che causa la distruzione irreversibile dello spirito fatato.

A questo punto è stata decisa una tregua che ha lasciato il mondo fatato spaccato in una moltitudine di regni feudali, democrazie moderne e totale anarchia senza corrispondenza con le nazioni umane in cui i Changeling devono vivere.

Molti Commoners sono stati accettati di malagrazia come nobili, molti Sidhe sono diventati comuni cittadini e nessuno è veramente contento della situazione.

I giorni nostri

Da allora molte piccole guerre, rivolte e colpi di stato si sono succeduti tenendo sempre tutto sull’orlo della catastrofe andando di pari passo con il peggiorare della situazione nella società umana a partire dai primi anni 2000.

Inoltre ogni volta in cui un evento straordinario è avvenuto, positivo o negativo (come gli attentati dell’11 settembre 2001) piccoli varchi si sono aperti da e verso Arcadia contribuendo a far arrivare nuove fate con diversi obiettivi, poteri e problemi.

Ed è in questo mondo, divisi tra due realtà, che si muovono i personaggi.

GDRPG Changeling the Dreaming Concordia

Il regno di Concordia del nord america

Personaggi

I personaggi di Changeling sono per prima cosa divisi in Kithain (stirpi) come i Boggan (gnomi), i satiri, i troll e così via. Ogni Kith ha delle caratteristiche che lo lega alla mitologia. Il manuale indica 12 kith principali (13 se si contano due varianti dei Shide) e svariati secondari, apparsi nei molti supplementi della prima e seconda edizione.

Kitain (Stirpi) e Seeming (Aspetto)

I Kithain sono i gruppi in cui sono suddivise le fate, concettualmente simi ai clan di Vampiri la Masquerade o Maghi l’Ascensione.
Ogni creature fatata appartiene inoltre a una fase della vita definita dall’età chiamata Seeming:

Kith principali

GRDPG Changeling the Dreaming 20th anniversary storyteller screen

I 13 kith principali del gioco

Boggan. Spiriti domestici, industriosi e abilissimi artigiani. Pratici e determinati si prendono cura dei luoghi dove dimorano e raccolgono notizie e pettegolezzi.
Clurichaun. I leprecauni. Veloci e furtivi, avidi collezionisti, amano i giochi spregiudicati e crudeli, le feste selvagge e le buone risse. Musicisti affascinanti amano essere i primi a provare tutto.
Eshu. Viaggiatori, narratori, esploratori e avventurieri. Liberi viaggiatori arrivano sempre al momento giusto per partecipare o presenziare a una storia. Affascinanti e coraggiosi non si arrendono mai.
Nocker. Creatività tecnologica e invenzioni strabilianti. Sboccati e volgari, generosi e altruisti, incarnano il desiderio di perfezione e la frustrazione del non riuscire mai a raggiungerla. Genio e pazzia li caratterizzano.
Piskey. Amichevoli, amabili, vagabondi, amano i mortali tanto quanto i beni altrui. Corrieri e spie, ascoltano tanto e parlano poco di se.
Pooka. Mutaforma in animali, ingannatori, bugiardi patologici anche quando sono bene intenzionati. Liberi e spensierati.
Redcap. Feroci, spietati, assassini e cannibali, guerrieri e predoni. Le leggende dei redcap originano dalla fame inestinguibile e dalla disperazione che le persone provavano durante l’inverno.
Satyr. Gaudenti e passionali i satiri hanno le teste ornate di corna, la parte inferiore del corpo caprina e una inesauribile passione per gli eccessi fisici. Incarnano i desideri più selvaggi e non conoscono inibizioni.
Selkie. Creature marine, possono cambiare forma tra quella umana e quella di una foca. Belli e affascinanti devono avere sempre con loro l’oggetto che racchiude il loro potere e gli permette di trasformarsi. Amano esplorare le zone costiere e le profondità marine.
Sidhe. Incarnazione della nobiltà, nello splendore come nell’arroganza. Re e regine, principi e principesse. Che siano tra i pochi rimasti sulla terra dopo lo Shattering o i molti tornati da Arcadia uniscono un enorme potere a pochi scrupoli nell’usarli. Bellissimi, carismatici, autorevoli o autoritari, leader o dittatori. A loro agio nelle feste, negli intrighi, nella passione e nelle battaglie. Con dei cambi d’abito ovviamente.
Sluagh. Custodi dei segreti, ombre, spettri. Archetipi di tutte le creature spaventose che si trascinano nell’oscurità e non possono essere viste alla luce del sole.
Troll. Guerrieri legati a un codice d’onore, cavalieri, giganti. I troll incarnano il sogno cavalleresco di prodi combattenti. I capi tribù prima dell’avvento dei nobili non hanno mai cessato di proteggere la loro gente.

GDRPG Changeling the Dreaming Kith

I simboli dei Kith

Kith secondari

Il manuale fornisce decine di altri Kith, provenienti dalle mitologia di svariate culture quali native americane, asiatiche, occidentali o provenienti da antiche orrori leggendari. Di molti indica poteri o abilità specifiche.

Seeming (Aspetto)

Childing. Bambini fino ai 14 anni. Spensierati, spontanei, capricciosi e curiosi.
Wilder. Adolescenti dai 15 ai 27 anni. Passionali, determinati, sognatori e decisi a cambiare il mondo. Sempre alla ricerca dell’avventura, dell’amore e del divertimento.
Grump. Adulti dopo i 27 anni. Pazienti, decisi, protettivi e laboriosi. Hanno amato e perduto, conquistato e perso. Conoscono che i sogni hanno una fine e fanno sempre più fatica a mantenere attiva la loro parte fatata.  Difendono, istruiscono e preparano i bambini per quando saranno adolescenti.

Fine della prima parte. Trovi la seconda parte qui